venerdì, maggio 07, 2010

_lavori al Generalstab di Belgrado?

Sembra che le numerose precipitazioni dell'ultimo inverno abbiano costretto l'amministrazione di Belgrado a dare il via a lavori urgenti di risanamento e messa in sicurezza delle rovine del Generalstab, il palazzo danneggiato durante il bombardamento Nato del 1999 di cui avevamo parlato qui e qui.

La necessità di un intervento così urgente di messa in sicurezza a più di 10 anni dalla guerra mostra ancora una volta il paradosso della presenza (evidentemente anche pericolosa per i passanti) di tali rovine. La scelta di non procedere alla ristrutturazione di questi edifici ci pare l'esempio più evidente delle difficoltà di questa città - che pure si sta avvicinando a passi da gigante all'Europa - di uscire da alcune "ossessioni" della sua memoria collettiva.
Altri dettagli (in serbo) qui.

2 commenti:

Roberto Spagnoli ha detto...

Salve. Sono stato di passaggio a Belgrado il 4 giugno scorso di ritorno dal vertice Ue/Balcani di Sarajevo e volevo infrmarti che non mi sembra di aver visto nulla di diverso rispetto al passato. Forse hanno transennato meglio l'area e hanno messo qualche puntello in più, ma non mi sembra di aver visto lavori intorno al generalstab e nemmeno all'altro edificio in fondo a Kneza Milosa.
Saluti.

Francesco Mazzucchelli ha detto...

grazie della precisazione, roberto. in effetti è quello che temevo e che dico nel post: qualche lavoro urgente di transennamento (per evitare caduta di calcinacci o crolli), ma a quanto pare queste rovine sono divenute quasi "intoccabili" a belgrado. sono dei monumenti, ormai. c'è poco da fare.